PORTA DI VALLE

Il nome originario era Porta di Eviali. Era difesa dalla torre di Branca. L’arco d’ingresso è ancora visibile all’esterno delle mura, nei pressi del luogo in cui sporge ancora oggi l’abside dell’ex Abbazia della Palomba. Posta sotto interventi di restauro tra il 1995 e il 2005, e ancora dal 2015 nuovamente soggetta a lavori di consolidamento, ad oggi ancora è come dire inpacchettata dai ponteggi per il rstauro.

The original name was Port Eviali. He was defended by the Branca Tower. The entrance arch is still visible outside the walls, near the place where still protrudes today the apse of the fold Abbey of Palomba. Placed under restoration between 1995 and 2005, and again from 2015 again subject to consolidation works, today is still as saying inpacchettata in scaffolding for the rstauro.

Viterbo Città d'Arte - Porta Faul

PORTA FAUL

Porta Faul si apre in un’antica torre, la cui parte superiore è stata demolita. Un’epigrafe ricorda che l’apertura di porta Faul avvenne nel 1568, successivamente alla chiusura di porta di Valle, con l’autorizzazione del cardinale Alessandro Farnese. 

Porta Faul  opens in an old tower, whose top was demolished. Epigraph recalls that the opening of Faul door came in 1568, after the close of Valle door, with the permission of Cardinal Alessandro Farnese.

Viterbo Città d'Arte - Porta Fiorita

PORTA FIORITA

La porta più antica del quartiere è certamente Porta Fiorita. Venne chiusa anticamente perché la strada si era abbassata ed era diventato diffìcile entrare nella città con carri e bestiame. La porta era stata, perciò, sostituita da Porta San Pietro. Solo nel 1970, durante dei lavori di restauro alle mura, è stata riaperta. 

The oldest door in the San Pietro neighborhood is certainly Porta Fiorita. The door was closed due to the street being lowered and became difficult to enter the city with wagons and livestock. The door was replaced by Porta San Pietro. Only in 1970, during restoration work to the walls, the door was reopened.

PORTA SAN MARCO

PORTA SAN MARCO

Nel punto, in cui si addossa alle mura il monastero di Santa Rosa, è visibile in una rientranza l'arco di porta San Marco, nei pressi della quale passava il fiume Urcionio.

In a nook along the walls that runs along the Monastery of St. Rose, the arc of Porta San Marco, constructed in 1208, is still visible today. 

PORTA SAN PIETRO

Prende il nome dalla vicina chiesa fondata per volontà del cardinale Raniero Capocci nel 1240. Venne chiamata anche Salicicchia, probabilmente perchè nei pressi di essa sorgeva il Castel di Salce.

this gate is named after the nearby church founded by cardinal raniero capocci in 1240. at one time, it was also called salicicchia, probably because of its vicinity to the castel di salce. 

PORTA VALLIA

Dietro la chiesa di Santa Maria delle Fortezze, recenti restauri hanno riaperto l'antica Porta Vallia solo per il passaggio delle persone. E' chiamata anche Porta di San Leonardo o del Crocifisso, per una pittura che si trova nella sua parte interna. Questa porta nel Medioevo collegava il centro con la strada Cimina con una strada che passava sotto la Torre di San Biele.

Behind the church of Santa Maria of Fortezze, recent restorations reopenend the old Porta Vallia only for pedestrians. The door is also known as Porta di San Leonardo or of the Crucified, for a painting found on the inner part. This door, in the Middle Ages, connected the center with the road Cimina with a street that passed under the Tower of San Biele. 

PORTA MURATA

PORTA MURATA

Porta Murata insieme ad altre tredici porte fa parte dei quattro km di cinta muraria che ancora oggi circondano Viterbo. Le numerose porte permettevano l’accesso in città da ogni direzione e nonostante numerosi restauri il tracciato delle mura rimane lo stesso creato tra XI e il XIII sec.

Porta Murata, or the Closed Gate, along with thirteen other gates, is part of the four kilometers of wall built between the 11th and 13th centuries that still encircles Viterbo today.

PORTA DEL CARMINE

Prende il nome dalla chiesa omonima con annesso convento dei Carmelitani Scalzi, posta a ridosso della porta e ricordata fin dal 1290 in un regesto di papa Niccolò IV. La porta, costituita da due archi sovrapposti a sesto ribassato e a tutto sesto, conserva le sue caratteristiche medievali e nessuna epigrafe o stemma, in cui siano menzionati data della fondazione e artefici. 

Porta Del Carmine originally took its name from the church and covenant of the order of the Carmelitani Scalzi, which stood nearby the gate and was first recorded in 1290 by Pope Niccolo IV. The gate retains its medieval characteristics with two overlapping arches though it displays no epigraph or coat of arms to state the date it was built or name the artisans.

PORTA DELLA VERITA’

Fu chiamata anticamente Porta dell'Abate per la sua vicinanza con l'Abbazia di Santa Maria della Verità.

Porta della Verità; or the Gate of Truth. The Porta della Verità was formerly called the Porta dell’Abate, or in English the Port of the Abbot, because of its proximity to the abbey of Santa Maria della Verità